Consulenza informatica in marketing web, networking e computer

Mappare un percorso di rete con una lettera di unità CMD

0 95

Questo articolo si concentrerà su un altro modo per mappare un’unità di rete sul tuo computer invece che dal metodo dell’interfaccia di Explorer. Imparerai a mappare l’unità di rete usando cmd (riga di comando) insieme a “uso netto” dove puoi includere anche la password dell’utente. Non solo, ma un articolo spiega anche come creare un file batch per mappare l’unità di rete e automatizzare questo processo sul tuo computer o in tutta la rete.

Puoi mappare un’unità di rete in diversi modi, ma il cmd è come un modo “professionale”. Il comando universale per il sistema operativo Windows per mappare l’unità di rete da cmd è “uso netto”. Per mappare un’unità di rete utilizzando T come lettera di unità e senza nome utente protetto da password, utilizzare la seguente guida:

Connettiti a un prompt dei comandi facendo clic su start e cerca cmd.
Fare clic con il tasto destro e aprire come “Esegui come amministratore”.
Copia e incolla il comando seguente e fai clic su Invio:

use net X: \\MioNAS\Cartella /persistent:Yes

Assicurandoti come lettera di unità di non utilizzare una lettera di sistema o già utilizzata.

Se il percorso da voler mappare richiede delle credenziali è possibile utilizzare la specifica con memorizzazione della password visibile o modalità nascosta

net use X: \\\\MioNAS\Cartella /u:nomedominio\nomeutente /persistent:Yes
net use X: \\\\MioNAS\Cartella /u:nomedominio\nomeutente miapassword /persistent:Yes

Le unità mappate non sono persistenti per impostazione predefinita e per farlo è necessario utilizzare alcuni comandi cmd. Per impostazione predefinita, se utilizziamo il comando sopra per mappare l’unità, l’unità mappata scomparirà dopo aver riavviato il computer. Quindi rendili persistenti usando l’opzione /persistent.

/persistent:Yes: la connessione che stai creando sarà persistente. Inoltre, anche le connessioni future durante la stessa sessione saranno persistenti. Quindi non è necessario continuare a utilizzare il comando /persistent:yes finché non si utilizza l’opzione /persistent:no per disattivarlo.

/persistent:No: disattiva la persistenza. Le connessioni future non saranno persistenti fino a quando non ridarai il comando.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.