Consulenza informatica in marketing web, networking e computer

Lista dei comandi linux su shell

0 2.984

A volte può essere un po complesso ricordare i comandi Linux da usare nel terminale, quindi seguo nel riportare la lista del comando seguita dalla descrizione della funzione.

Ottenere ulteriori informazioni:

  • man : formatta e mostra le pagine della guida in linea.
  • info : sistema di consultazione dei manuali tramite ipertesti.
  • help : richiama l’help per i comandi builtin della shell.

Lavorare con file e directory:

  • cd : cambia la directory corrente.
  • ls : mostra il contenuto di una directory.
  • cp : copia file e directory.
  • mv : muove o rinomina un file o una directory.
  • rm : cancella file e directory.
  • mkdir : crea una directory.
  • ln : crea link a file e directory.
  • pwd : mostra la directory corrente.
  • chmod : modifica i permessi di accesso di un file.
  • chown : cambia il proprietario di un file.
  • cat : mostra il contenuto di un file.
  • find : cerca un file tra le directory.
  • vi : l’editor di testo. l’unico ed il solo.

Filesystem e processi:

  • df : mostra lo spazio libero sul disco fisso.
  • free : mostra lo stato della memoria.
  • mount : monta un filesystem.
  • umount : disattiva un filesystem.
  • ps : visualizza un elenco dei processi correnti.
  • kill : invia un messaggio (TERM di default) ad un processo.

Sistema:

  • halt : chiude il sistema.
  • reboot : riavvia il sistema.
  • hostname : mostra e cambia il nome dell’host.

Vari:

  • startx : avvia l’ambiente grafico (X Window System).
  • date : mostra la data.
  • gzip : comprime e decomprime file .gz.
  • tar : crea backup di file (file .tar).
  • more : separa l’output in piu’ pagine (anche less).
  • reset : resetta il terminale alle impostazioni iniziali.
  • lynx : browser web solo testo.
  • zip e unzip : comprime e decomprime file .zip.

Editor di testo – Accadra` spesso, durante la configurazione del sistema, di dover modificare dei file di testo. Per Linux esistono numerosi edito di testo, eccone alcuni:

  • elvis : clone di vi, sintassi colorata.
  • emacs : sia per console che per X11, e` un editor di testo potente ed estensibile (puo` essere usato come browser, lettore di news e molto altro). Per salvare il file corrente si deve premere “CTRL+x” e di seguito “CTRL+w” (oppure “CTRL+s” se si vuole sovrascrivere il file correntemente aperto). Premere “CTRL+x” e poi “CTRL+c” per uscire.
  • mcedit : editor di mc, semigrafico simile a edit del DOS. molto semplice da usare: consigliato ai principianti.
  • nedit : grafico, con molte funzioni.
  • jed : pensato soprattutto per programmatori; simile a emacs.
  • joe : editor con una sintassi simile a quella di WordStar.
  • pico : distribuito con pine, abbastanza semplice da usare.
  • vi : editor classico, difficile da usare inizialmente. In realta` questo eseguibile e` sempre un link ad un clone del programma originale. Una volta lanciato ci si trova in modalita` “comandi”; per passare in modalita` “inserimento” (e poter scrivere o modificare un file) si deve premere “i” oppure “o” per iniziare ad editare dalla linea seguente. Si torna in modalita` “comandi” premendo “ESC”. Si salva il file scrivendo, in modalita` “comandi” “:w”, si esce con “:q”; se si vuole uscire senza salvare, scrivere “:q!”.
  • vim : ottimo clone di vi, sintassi colorata e molto altro.
  • xemacs : editor (e altro) grafico simile a emacs.

Shell builtin: comandi interni alla shell bash non sono considerati i comandi specifici della programmazione. per maggiori informazioni sui comandi builtin: help nome_comando

  • alias : definisce alias di comandi.
  • bg : manda un processo sospeso in background.
  • cd : cambia la directory corrente.
  • exec : sistituisce la shell corrente con un nuovo processo.
  • exit : chiude la shell.
  • export : esporta una variabile nelle shell figlie.
  • fg : porta in foreground un processo.
  • help : richiama l’help per i comandi builtin.
  • history : mostra l’history della shell.
  • jobs : mostra i processi fatti partire dalla shell corrente.
  • logout : esce da una shell di login.
  • set : setta una variabile.
  • type : mostra dove si trova l’eseguibile di un comando.
  • ulimit : controlla le risorse disponibili per la shell.
  • umask : setta i permessi di default per la creazione di nuovi file.

Di seguito vengono presentati i comandi piu’ o meno standard di Linux divisi per directory. Ricordo brevemente che le directory /sbin/ e /usr/sbin/ contengono file di solito eseguibili solo dal superutente (root) e di norma non sono inserite nel PATH degli utenti normali (l’elenco di directory in cui si cercano gli eseguibili) Directory /bin/

  • arch : informazioni sull’architettura del sistema.
  • bash : la shell (interprete di comandi) normalmente usata.
  • cat : mostra il contenuto di un file.
    • -n numera le righe.
    • -b salta le righe vuote.
  • chgrp : cambia il gruppo di appartenenza di un file.
  • chmod : modifica i permessi di accesso di un file. metodo numerico:
    • primo numero (opzionale):
    • 4 : set user ID
    • 2 : set group ID
    • 1 : swappa la text image secondo numero; permessi del proprietario:
    • 4 : lettura
    • 2 : scrittura
    • 1 : esecuzione
    • terzo numero; permessi del gruppo, stessi valori.
    • quarto numero; permessi degli altri, stessi valori.
    • -R ricorsivo.
  • chown : cambia il proprietario di un file o directory.
  • user.group setta il proprietario a user.group
  • -R ricorsivo.
  • cp : copia file e directory.
  • -r ricorsivo.
  • -a mantiene gli attributi.
  • -f forza.
  • cpio : lavora su archivi di file (come i .tar).
  • cut : taglia un file di testo.
    • -b x-y mostra le colonne da x a y del file; conta i byte.
    • -c x-y mostra le colonne da x a y; conta i caratteri.
    • -f x mostra i campi x separati da TAB.
    • -d specifica un altro delimitatore al posto di TAB.
  • date : mostra la data.
  • dd : data duplicator, copia da un dispositivo di input su un output.
  • if=xxx nome del file o device di input.
  • of=yyy nome del file o device di output.
  • df : mostra lo spazio libero sul disco fisso.
    • -h usa un formato piu’ “umano”.
  • dmesg : riporta i messaggi mostrati durante il boot.
  • du : mostra lo spazio usato da file o directory.
    • -c mostra un totale
    • -h usa un formato piu` leggibile
    • -m dati in megabyte.
  • echo : stampa una stringa.
    • -e interpreta i caratteri speciali.
    • -n non va a capo.
  • ed : editor di testo line-oriented.
  • red edita solo file nella directory corrente.
  • false : ritorna 1 come codice di uscita.
  • fuser : identifica i processi che stanno usando un file.
  • grep : trova testo all’interno di un file.
    • -i ignora Maiuscolo/minuscolo.
    • -r scende le directory in modo ricorsivo.
    • -v inverte il senso della ricerca.
  • gzip : comprime e decomprime file (estensione .gz).
    • -d decomprime.
    • -f forza.
    • -r ricorsivo.
    • -1 piu’ veloce.
    • -9 miglior compressione.
  • hostname : mostra e cambia il nome dell’host.
    • -f mostra il nome completo (host.dominio).
  • kill : invia un messaggio (TERM di default) ad un processo.
    • -s specifica che deve inviare il segnale s.
    • -l lista dei segnali.
  • ln : crea link a file o directory.
    • -s crea un link simbolico.
  • loadkeys : carica un layout della tastiera.
  • ls : mostra il contenuto di una directory.
    • -a mostra anche i file nascosti (quelli che iniziano per ‘.’).
    • -d mostra le directory (senza elencarne il contenuto).
    • -f disordinato.
    • -i mostra il numero di inode.
    • -k dimensione in Kb.
    • -l formato lungo.
    • –color colora i file secondo il tipo.
    • -F classifica i file a seconda del tipo.
  • mkdir : crea una directory.
  • mknod : crea un device (file speciale) a caratteri o a blocchi.
  • more : separa l’output in piu’ pagine.
  • mount : monta un filesystem.
    • -r monta un filesystem in sola lettura.
    • -w monta un filesystem in lettura/scrittura.
    • -t xxx monta un filesystem di tipo xxx (fat, vfat, ext2,…).
    • -a monta tutti i filesystem presenti in /etc/fstab.
  • mv : muove o rinomina un file o una directory.
    • -b crea copie di backup.
    • -i chiede conferma.
  • netstat : mostra informazioni sulle connessioni di rete.
  • ping : invia pacchetti ICMP ECHO_REQUEST ad un host.
  • ps : visualizza un elenco dei processi correnti.
    • l formato esteso.
    • u nome utente ed ora di avvio.
    • m informazioni sull’utilizzo della memoria.
    • a mostra anche i processi di altri utenti.
    • r mostra solo i processi attivi.
    • x mostra anche i processi che non controllano un terminale.
  • pwd : mostra la directory corrente.
  • rm : cancella file e directory (nota bene: NON esiste undelete!!!).
    • -d anche directory.
    • -i chiede conferma.
    • -f forza.
    • -r ricorsivo.
  • rmdir : rimuove una directory.
  • sed : legge un file e lo processa con determinati comandi.
  • setserial : setta la porta seriale.
  • sh : la shell base di unix.
  • sleep : si blocca per x Secondi (s) Minuti (m) Ore (h) Giorni (d).
  • stty : setta il terminale. Esempio: “stty sane < /dev/ttyX” reimposta al default il teminale X.
  • su : login come un altro utente (default root).
    • -p preserva l’ambiente.
  • sync : svuota la cache del disco.
  • tar : crea od estrae backup di file.
    • x estrae.
    • c archivia.
    • v verbose.
    • f file (in cui archiviare o da estrarre).
    • z processa prima con gzip (per file .tar.gz o .tgz).
  • touch : cambia la data di un file (se non esiste lo crea).
    • -a ora di accesso.
    • -d cambia la data.
    • -m cambia la data di modifica.
  • true : ritorna 0 come codice di uscita.
  • umount : smonta un filesystem.
    • -a smonta tutti i filesystem inclusi in fstab.
    • -t smonta solo i filesystem di un certo tipo.
  • uname : mostra informazioni sul computer.
    • -m tipo di macchina.
    • -n nome dell’host.
    • -r release dell’OS.
    • -s nome dell’OS.
    • -v versione dell’OS.
    • -a tutte le informazioni.
  • zcat : mostra il contenuto di un file compresso con gzip (file .gz).

# Directory /sbin/

  • SVGATextMode : setta parametri avanzati dello schermo.
  • badblocks : controlla la superficie di un disco fisso.
  • chattr : cambia gli attributi di un file.
    • -R ricorsivo.
    • a in scrittura appende al file.
    • i il file non può essere modificato, spostato, eliminato, linkato.
    • s quando il file viene cancellato lo spazio su disco viene azzerato.
    • S il file viene sincronizzato immediatamente.
  • dosfsck : controlla un filesystem DOS.
  • dumpe2fs : stampa info sul super block e sui blocks del disco fisso.
  • e2fsck : controlla una partizione ext2fs.
    • -c controlla anche i badblocks.
    • -f forza (anche su filesystem “pulito”).
    • -n controlla in modo read-only.
  • fdisk : manutenzione delle partizioni del disco fisso (anche cfdisk).
  • fsck : controlla una partizione.
  • fsck.minix : controlla una partizione minix.
  • getty : apre una porta tty con richiesta di login (anche agetty, mgetty o mingetty).
  • halt : ferma il sistema.
  • hwclock : setta il clock hardware.
  • ifconfig : configura una interfaccia di rete.
  • init : lancia i processi di inittab e cambia il runlevel (e’ il primo processo eseguito dal sistema).
  • insmod : installa un modulo nel kernel.
    • -f forza anche se le versioni sono diverse.
  • ipfwadm : amministrazione del firewall IP.
  • kbdrate : cambia l’intervallo di ripetizione della tastiera.
  • kerneld : demone che rimuove/installa automaticamente i moduli non usati/richiesti.
  • ldconfig : aggiorna l’elenco delle librerie.
  • lilo : installa il boot loader che consente di selezionare il sistema operativo all’avvio.
  • losetup : associa dispositivi loop a file.
  • lsattr : elenco degli attributi dei file.
    • -R ricorsivo.
    • -a tutti i file.
  • lsmod : mostra informazioni sui moduli del kernel caricati.
  • mkdosfs : crea una partizione DOS.
  • mke2fs : crea una partizione ext2fs (il filesystem nativo di Linux).
  • mkfs : crea una partizione del tipo specificato.
  • mkfs.minix : crea una partizione minix.
  • mklost+found : crea una directory lost+found nella directory corrente.
  • mkswap : crea un dispositivo di swap.
  • pidof : mostra il PID di un processo.
  • runlevel : stampa il system runlevel corrente e precedente.
  • shutdown : chiude il sistema.
    • -t x aspetta x secondi.
    • -r dopo la chiusura effettua un riavvio (reboot).
    • -h blocca il sistema (halt).
    • -f effettua un reboot veloce.
    • -c blocca uno shutdown in corso.
  • swapon : attiva un dispositivo o una partizione di swap.
  • swapoff : disattiva un dispositivo o una partizione di swap.
  • tune2fs : setta una partizione ext2fs.
    • -c x nr. di reboot prima di un filesystem check.
    • -g setta il gruppo che puo’ beneficiare dei blocchi riservati.
    • -l mostra le impostazioni correnti.
    • -r setta i blocchi riservati.
    • -u setta l’utente beneficiario dei blocchi riservati.
  • update : svuota periodicamente il buffer del filesystem.
    • -S usa il metodo tradizionale (Chiama sync ogni 30 sec.).
    • -s x chiama sync ogni x secondi.
    • -f y svuota il buffer senza chiamere sync ogni y sec (def: 5).

Directory /usr/bin/

  • alien : converte pacchetti da/a vari formati (debian deb, redhat rpm, tgz)
  • apropos : cerca tra i man un determinato argomento.
  • apt-cache : manipola la cache di apt (per Debian).
  • apt-config : configura apt.
  • apt-get : scarica ed installa pacchetti deb (Debian): gestisce le dipendenze e gli aggiornamenti della distribuzione.
  • ar : crea, modifica ed estrae file da un archivio.
  • arj : comprime file con arj (file .arj).
  • as : assembler per Linux.
  • at : esegue un programma ad una determinata ora.
  • awk : linguaggio di ricerca ed elaborazione di testo (anche gawk, nawk o mawk).
  • basename : elimina directory e suffissi dai nomi dei file.
  • batch : identico ad at, ma viene eseguito solo se il sistema non e’ troppo carico.
  • bc : una calcolatrice solo testo.
  • biff : avvisa dell’arrivo di posta.
  • bison : parser generator (anche yacc).
  • bunzip2 : decomprime file .bz2
  • bzip2 : comprime file .bz2
  • cal : mostra un calendario.
  • chfn : cambia le proprie finger information nel file /etc/passwd.
  • chsh : cambia la propria shell di login.
  • chvt : passa ad un altro terminale virtuale.
  • clear : pulisce lo schermo del terminale.
  • cmp : compara due file.
  • colrm : rimuove le colonne da un file.
  • column : crea delle colonne.
  • comm : compara due file ordinati linea per linea.
  • compress : comprime un file (estensione .Z).
  • cpp : preprocessore C.
  • crontab : avvia un processo ad una determinata ora.
  • csplit : spezza un file in sezioni predeterminate.
  • ddate : converte la data da gregoriana a discordian.
  • dialog : per creare finestre e dialog box da shell script.
  • diff : visualizza le differenze tra due file.
    • -b ignora gli spazi.
    • -B ignora le linee vuote.
    • -i ignora M/m.
  • diff3 : confronta 3 file.
  • dircolors : per settare il colore dei file mostrati da ls.
  • dirname : stampa solo la directory di un riferimento.
  • dos : lancia l’emulatore DOSemu.
  • xdos apre l’emulatore in una finestra in X11.
  • dpkg : gestire i pacchetti Debian.
    • -i installa un pacchetto.
    • -r rimuove un pacchetto (–purge rimuove anche i file di configurazione).
    • -s [–info] stampa informazioni su un pacchetto [non] installato.
    • -L [–contents] mostra i file contenuti in un pacchetto [non] installato.
    • -l mostra l’elenco dei pacchetti installati.
  • dselect : interfaccia per gestire i pacchetti Debian.
  • dumpkeys : stampa la mappa dei tasti.
  • emacs : editor di testo (e non solo!) anche in ambiente grafico. Se ne esce con ctrl+x ctrl+c.
  • env : esegue un programma in un determinato ambiente.
  • expand : converte le tabulazioni in spazi.
  • expr : valuta espressioni (anche aritmetiche).
  • fdformat : formatta un dischetto.
    • -n non verifica la formattazione.
  • fdmount : monta un dischetto.
  • fetchmail : scarica la posta da host POP3, IMAP o altro.
  • file : determina il tipo di file.
    • -z controlla all’interno dei file compressi.
  • filesize : stampa la dimensione di un file.
  • find : cerca un file tra le directory.
    • -name xxx cerca file di nome xxx.
    • -type X cerca file di tipo X (_d_irectory, _f_ile)
  • finger : mostra le finger information di un utente di un sistema.
  • flex : per creare analizzatori lessicali (anche lex).
  • free : mostra lo stato della memoria.
    • -m dati in megabyte.
  • fromdos : converte un testo dal formato DOS a quello Unix (anche dos2unix).
  • ftp : client ftp (anche ncftp).
  • funzip : filtro per utilizzare unzip in una pipe.
  • g++ : compilatore C++.
  • gcc : compilatore C.
  • gdb : debugger a riga di comando.
  • gpm : demone che controlla il mouse.
  • groff : interfaccia per la compilazione di manuali.
  • groups : stampa il nome del gruppo di un utente.
  • gzexe : crea eseguibili compressi che si decomprimono al volo.
  • head : stampa le prime 10 righe di un file.
    • -c x primi x byte.
    • -n y prime y righe.
  • hexdump : mostra un file in un determinato formato.
  • id : stampa l’ID e l’UID.
  • indent : indenta in vari modi un sorgente C.
  • info : sistema di consultazione dei manuali tramite ipertesti.
  • install : copia dei file ed assegna permessi e proprietario.
  • installpkg : installa un pacchetto Slackware.
  • irc : client irc (anche ircII).
  • ispell : controllo grammaticale su un file.
  • kbd_mode : setta la tastiera.
  • killall : invia un messaggio a tutti i processi con uguale nome.
    • -s specifica che deve inviare il segnale s.
    • -i chiede conferma per ogni processo.
  • jed : editor di testo con interfaccia.
  • joe : editor di testo con interfaccia.
  • join : unisce linee di due file in campi comuni.
  • last : stampa informazioni sull’ultimo login.
  • ld : linker.
  • ldd : stampa informazioni sulle librerie condivise.
  • less : visualizza file di testo (anche more).
  • locale : mostra e setta le informazioni sul LOCALE (settaggi internazionali).
  • locate : cerca un file nel database locale.
  • logger : scrive un messaggio nei log di sistema.
  • logname : stampa il nome di login di un utente.
  • look : mostra le linee che cominciano con una certa stringa.
  • lpr : stampa un file.
  • lpq : mostra la coda di stampa.
  • lprm : cancella un lavoro dalla coda di stampa.
  • lsdev : mostra informazioni sul proprio hardware.
  • lynx : browser web solo testo.
  • m4 : macro processor.
  • make : GNU make.
  • mail : semplice programma per gestire le email (utile negli script).
  • man : formatta e mostra le pagine di guida in linea.
  • mc : shell Norton Commander-like.
  • md5sum : crea cecksum CRC di un file.
  • mesg : mostra o meno messaggi da altri utenti inviati da talk o write.
  • mev : riporta i mouse-events.
  • mkfifo : crea un file FIFO.
  • mkisofs : crea un filesystem iso9660 (CD-ROM).
  • mtools : collezione di programmi per manipolare file DOS.
  • mattrib : setta gli attributi msdos di un file.
  • mbadblocks : controlla un filesystem FAT.
  • mcd : cambia la directory corrente.
  • mcopy : copia file e directory.
  • mdel : cancella file.
  • mdeltree : cancella directory.
  • mdir : visualizza il contenuto di una directory.
  • mformat : formatta un dischetto msdos.
  • mlabel : setta il label di un disco dos.
  • mmd : cre una directory.
  • mmount : monta un filesystem msdos.
  • mmove : sposta file e directory.
  • mrd : cancella una sottodirectory.
  • mren : rinomina file e directory.
  • mtest : visualizza i settaggi degli mtools.
  • mtype : stampa a schermo il contenuto di un file msdos.
  • mutt : ottimo gestore email in console.
  • newgrp : cambia il proprio gruppo di appartentenza.
  • nice : esegue un programma e ne modifica la priorita’ d’esecuzione.
    • -20 : priorita’ maggiore (solo root puo’ settare valori negativi).
    • 19 : minima priorita’.
  • nl : numera le righe di un file.
  • nohup : esegue un comandi immune da hangup: continua a girare anche dopo un logout.
  • od : dump di un file in ottale e altri formati.
  • open : apre un comando in un altro terminale.
  • passwd : cambia la password di un utente.
  • paste : unisce linee di files.
  • patch : applica il risultato di un diff (una patch) ad un file.
  • pathchk : controlla se un dato file_name e’ valido.
  • perl : interprete per script in linguaggio perl.
  • pine : gestore email in console.
  • pkgtool : gestire pacchetti Slackware.
  • printenv : stampa informazioni sull’ambiente.
  • procinfo : mostra informazioni tratte dal filesystem /proc.
  • procmail : manipola la posta in entrata.
  • pstree : mostra un albero di processi.
  • quota : mostra le percentuali di dischi utilizzabili dagli utenti.
  • removepkg : elimina un pacchetto Slackware.
  • renice : modifica la priorita’ di un processo attivo.
  • reset : resetta il terminale alle impostazioni iniziali.
  • rev : inverte le linee di un file.
  • rpm : gestire pacchetti RedHat.
  • -i installa un pacchetto.
  • -e rimuove un pacchetto.
  • -qi [-qip] mostra informazioni su un pacchetto [non] installato.
  • -ql [-qlp] mostra i file contenuti in un pacchetto [non] installato.
  • -qa mostra l’elenco dei pacchetti installati.
  • script : stampa su un file tutto l’input da tastiera.
  • sdiff : confronta due file ed elimina le differenze.
  • setfont : seleziona il font da usare.
  • setleds : setta i led della tastiera.
  • setterm : setta gli attributi del terminale.
  • shar : crea shell archives.
  • showfont : mostra il font usato.
  • showkey : mostra i codici della tastiera.
  • size : mostra dimensione e info di un file obj (e chi ha generato un file core).
  • skill : invia un signal o cambia la priorita’ di un programma.
  • slrn : news reader.
  • sort : ordina linee di testo.
  • -b ignora gli spazi all’inizio di riga.
  • -f ignora Maiuscolo/minuscolo.
  • -i ignora i caratteri estesi.
  • -n segue l’ordine numerico.
  • -r inverte l’ordine.
  • split : spezza un file in blocchi di dimensioni date.
  • -l xxx ogni blocco contiente xxx linee.
  • -b xxx [b,k,m] ogni blocco e’ di xxx byte, kilo, mega.
  • strings : trova linee stampabili in un file.
  • strip : elimina simboli da un obj.
  • sudo : esegue un programma come superutente (root).
  • sum : Crea un CRC di un file.
  • superformat : formatta floppy ad alte capacita’.
  • tail : mostra la fine di un file.
  • -s solo le ultime s righe.
  • -c x ultimi x byte.
  • -f continua a leggere un file, utile se questo viene modificato.
  • tee : legge da standard input e stampa su stdout e su file.
  • -a append sul file.
  • -i ignora segnali di interruzione.
  • telnet : apre una sessione telnet.
  • test : esegue dei test su file o condizioni.
  • time : esegue un programma e mostra informazioni sul tempo di esecuzione e carico.
  • tin : ottimo news reader in console.
  • tload : rappresenta graficamente il carico medio del sistema.
  • todos : converte un testo da Unix a MSDOS (anche unix2dos).
  • top : mostra i processi che usano piu’ tempo CPU o memoria.
  • tr : converte o cancella caratteri.
  • troff : formatta i documenti come le manpage.
  • tty : stampa il nome del file terminale connesso allo standard input.
  • tunelp : setta vari parametri per la stampante.
  • unarj : decomprime file .arj.
  • uncompress : decomprime file compressi (file .Z).
  • unexpand : converte spazi in tabulazioni.
  • uniq : rimuove linee indentiche in file ordinati.
  • unzip : decomprime file .zip.
  • updatedb : update di un file database di nomi di file (usato da locate).
  • uptime : mostra da quanto il sistema e’ attivo.
  • users : mostra il nome degli utenti correntemente collegati.
  • uudecode : decodifica un file ASCII in un binario.
  • uuencode : codifica un file binario in ASCII.
  • vi : l’editor di testo. l’unico ed il solo. Se ne esce (senza salvare) con “ESC :q!” salvando con “ESC :wq”.
  • vim : la migliore versione di vi :-).
  • vmstat : riporta statistiche sulla memoria virtuale.
  • w : mostra chi e’ loggato e cosa sta facendo.
  • wall : invia un messaggio a tutti i terminali.
  • wc : conta il nr di byte, parole e linee di un file.
  • -c conta i byte.
  • -w conta le parole.
  • -l conta le newline.
  • wget : scarica (anche ricorsivamente) pagine web e file da ftp; simile a GetRight (credo).
  • whatis : ricerca nel database della guida per una parola.
  • whereis : indica dove si trova un determinato file.
  • which : indica il percorso completo di un file.
  • who : mostra chi e’ loggato.
  • whoami : indica l’username con cui si e’ attualmente loggati.
  • whois : interroga un database whois.
  • wine : consente di eseguire programmi Microsoft Windows in Linux; richiede MS Windows.
  • wish : interprete per script in linguaggio Tk.
  • workbone : interfaccia solo testo per ascoltare CD audio.
  • write : invia un messaggio ad un altro utente.
  • xargs : appende ad un comando opzioni prese dallo stdin.
  • yes : emette continuamente una stringa finche’ non viene killato (default y).
  • zcmp : usa cmp su file compressi.
  • zdiff : usa diff su file compressi.
  • zgrep : esegue grep su file compressi.
  • zgv : visualizza in un terminale molti formati di immagini.
  • zip : comprime file con zip.
  • znew : ricomprime file da .Z a .gz.

Directory /usr/sbin/

  • addgroup : aggiunge un gruppo (acnhe groupadd).
  • adduser : aggiunge un nuovo utente al sistema (anche useradd).
  • cfdisk : manipola graficamente le partizioni del disco fisso.
  • chroot : cambia la directory root e vi esegue un programma.
  • ctrlaltdel : setta la funzione della combinazione CRTL+ALT+DEL.
  • debugfs : debugga un filesystem ext2.
  • groupdel : elimina un gruppo di utenti.
  • hdparm : mostra e setta molti parametri del disco fisso.
  • inetd : gestore di molti servizi di rete.
  • irqtune : cambia la priorita` degli interrupt; utile per migliorare le prestazioni di un collegamento via modem esterno.
  • liloconfig : script che aiuta a configurare lilo.
  • makewhatis : genera il database per il comando whatis.
  • psupdate : aggiorna il file /etc/psdatabase che rappresenta l’immagine della mappa di sistema attuale (dopo aver ricompilato il kernel).
  • rdev : setta i dispositivi di un kernel (HD, swap, video mode…).
  • traceroute : mostra il percorso per raggiungere un dato host.
  • userdel : elimina un utente del sistema.
  • vipw : edita il file /etc/passwd.
  • visudo : edita il file sudoers.

/usr/X11R6/bin/

  • SuperProbe : identifica la scheda video.
  • X : il sistema a finestra X Window (di norma un link ad un X Server o un wrapper).
  • bitmap : editor di bitmap.
  • clock : un orologio.
  • editres : edita le risorse delle applicazioni Xt.
  • ghostview : visualizza file postscript (anche gv).
  • startx : avvia il sistema a finestre.
  • xbiff : avvisa graficamente se e’ arrivata posta.
  • xcalc : piccola calcolatrice.
  • xclipboard : visualizza gli appunti.
  • xconsole : visualizza i messaggi mandati a console.
  • xdm : gestisce il login grafico.
  • xedit : editor di testo base.
  • xev : mostra eventi del mouse e della tastiera.
  • xeyes : occhi che seguono il puntatore.
  • xf86config : configura l’ambiente grafico.
  • xfontsel : seleziona un font.
  • xhost : controlla l’accesso all’X Server da altri host.
  • xinit : inizializza il sistema grafico (chiamato da startx).
  • xkill : uccide una applicazione in finestra.
  • xman : consultare le pagine di manuale graficamente.
  • xpaint : semplice programma di paint.
  • xrdb : setta le risorse X.
  • xset : setta vari parametri (mouse, screensever,…).
  • xsetroot : setta il colore dello sfondo e il puntatore.
  • xterm : apre una finestra terminale.
  • xv : visualizza molti formati di immagini.
  • xvidtune : aggiusta i parametri dello schermo.

/usr/games/

  • banner : crea striscioni.
  • fortune : stampa un detto o una frase famosa.
  • xbill : il piu’ grande gioco

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.